Monica Guerritore official website

La bellezza salverà il mondo, salviamo la bellezza

monica scrive Aggiungi il tuo commento

Monica Guerritore
Intervento all’incontro “La bellezza salverà il mondo, salviamo la bellezza” Chiesa di Santo Stefano degli Abissini, città del Vaticano, 21 maggio 2016 ‘ in occasione del convegno ‘La bellezza salverà il mondo’ promosso da Urban Vision e Earth Day Italy

Siamo cercatori di segni. Così come nella roccia calcarea, quando cerchiamo i resti di molluschi, stelle marine cosi cerchiamo in tutto quello che ci circonda i segni di una storia , una intelligenza, una idea, una Bellezza di cui abbiamo nostalgia. Siamo fatti per individuare e sviluppare questi segni con un continuo processo alchemico, come in una camera oscura dove grazie all’emulsione che ricopre con un velo leggerissimo la pellicola emergono dal bagno in una sostanza acida piano piano le figure impressionate e più tempo restano nella vasca più profondità acquistano spessore , colore, corpo .
Tutto quello che ci circonda ci racconta ecco perchè anche l’arredo urbano , le case , le strade, i luoghi in cui viviamo dovrebbero rispecchiare la naturale ricerca di Bellezza e Armonia che è in noi. Lo sguardo è la porta che ci conduce alla nostra camera oscura..
Scrive Werner Heisenberg “..la realtà delle cose appartiene a chi le osserva e non alle cose” ma quell’archivio non vale in sé , non vale per la quantità delle cose che vi sono collocate ma per la dinamica con le quali hanno preso posto in quella stanza immaginaria e quanto hanno smosso di noi collocandosi e questo lavoro o lavorìo diventa strumento, metodo per interpretare il mondo non per subirlo. Ho “coltivato” la cosa , ne ho fatto esperienza ed è diventata la mia cosa .
Ed è questo metodo, io credo, il senso della parola “cultura”… la sua missione
La Bellezza , l’Opera d’Arte, letteraria, artistica , musicale architettonica , teatrale .. le opere dell’ingegno ci permettono di sfiorare la grandezza dell’uomo che si esprime nei suoi talenti. Riconoscerci, rispecchiarci in quella grandezza ci insegna a sfuggire alla cattura della fretta che preferisce le superfici lisce . L’Opera d’Arte non ha superfici lisce, ci impone di prenderci il Tempo per trovare la strada che ci fa penetrare in quel Luogo ‘altro’
Il Cristo Velato è sdraiato, ricoperto da un finissimo velo trasparente che sembra seta e ha gli occhi chiusi . La grazia e la calma intensa di quel corpo sono stupefacenti e stupefacente è come in tanta fissità, immobilità si percepisca una vita celata , forza e energia. E’ immerso in un mondo ‘altro’ Io ero li , in silenzio immobile e mi parlava con un linguaggio che si propagava nel silenzio a un’altra me. A quello che Platone chiama “l’antico nostro essere..” e che potremmo chiamare il luogo dell’Anima. Preserviamo questi luoghi proteggendoli dal frastuono, dalla fretta . E’ solo facendo silenzio che si ascolta l’eco dell’Opera . In teatro i momenti più profondi sono sempre accompagnati da uno strano silenzio assorto… lungo… prima che si ritorni in superfice e si interrompa quell’emozione, con un applauso.

Un commento per “La bellezza salverà il mondo, salviamo la bellezza”

  1. Mario Cera dice:

    Non ci sono parole di replica. Solo una persona che ha una grande anima può scrivere e concretizzare queste cose.
    Un mio insegnante di lettere quando decantava una poesia chiudeva gli occhi e trascendeva nei suoi valori.
    Me lo ricorderò sempre…e spero che i valori della giustizia e della solidarietà siano sempre più presenti nelle giovani generazioni.
    Mario Cera – Tiggiano – Lecce

Lascia un tuo commento!