Monica Guerritore official website

In risposta alle tante mail sulla mia mancata partecipazione alla seconda serie di #NON UCCIDERE

monica scrive, televisione Aggiungi il tuo commento

Riporto qui, senza il mittente, una tra le tante mail che mi arrivano in questo periodo in cui la prima serie di NON UCCIDERE va in onda in notturna su RAI 3 e a cui credo di dovere una risposta . ‘Cara Monica sono molto dispiaciuta della sua decisione di non far più parte di questa serie tv che a me è piaciuta molto e la sua parte e interpretazione così intensa mi ha particolarmente colpito. In fondo la parte più interessante era proprio il giallo nel giallo. Ho letto le sue considerazioni inerenti la sua uscita dalla serie che pur se giuste non tengono conto dello spettatore che si lega sentimentalmente a chi interpreta il personaggio almeno per me è così. Di conseguenza mi sono sentita un po’ tradita e penso che avrebbe potuto essere più generosa. Affettuosamente la saluto.( firma)’
Rispondo a lei pubblicamente così che il mio pensiero e le mie motivazioni siano ancora una volta chiarite a chi le ricercasse… Lasciare Lucia Ferro e NON UCCIDERE non è stata una decisione facile . Nè dal punto di vista emotivo né da quello economico.Io, forse più di lei, ero legata sentimentalmente alla mia donna. Mi era stato permesso di lavorare sulle stesure della prima serie per dare spessore a un personaggio ( che era solo tratteggiato) e ho immaginato una donna marchiata nel suo passato da un segreto ma allo stesso tempo una madre cosi protettiva da sopportare l’odio della figlia per proteggerla.Il silenzio è la sua condanna ma allo stesso tempo un atto d’amore. Nella prima serie abbiamo tenuto questo segreto della donna sul fondo. E’ innocente ? Perché mente ? Chi copre ? Tutto questo sarebbe dovuto emergere piano piano e con difficoltà nella seconda serie ma lo sviluppo che mi è stato imposto( senza possibilità di compartecipazione) era esile, inverosimile e a mio avviso superficiale. Ho preferito ‘non tradire ‘ il personaggio che avevo immaginato,le persone come lei e quelle che mi scrivono e ‘farla morire ‘ piuttosto che dare il mio viso , il mio sentimento, la mia forza a un racconto che per me non era sufficientemente approfondito per una madre cosi forte da sopportare 17 anni di carcere per amore dei figli .

Lascia un tuo commento!