Monica Guerritore official website

La Forza del Cuore -Mondadori- 23 febbraio in libreria

monica scrive Aggiungi il tuo commento

La Forza del Cuore  -Mondadori- 23 febbraio in libreria

Ecco .Il 23 in libreria..Le  parole, gli  incontri,  i libri, le  esperienze che mi hanno indicato, sussurrando, la via del cambiamento.Spero che in queste pagine ognuno di voi trovi , anche se in piccoli momenti, a volte bui a volte di grande coraggio la forza che ho trovato io .Parola  , “logos” significa “legare insieme”.E nel racconto di esperienze di altri si ritrovano racconti personali e ci si sente meno soli.Ho scritto di quanto sia difficile  onorare il proprio talento.Non è stato facile per me che ho avuto come Maestro il massimo che un interprete possa  desiderare. Quanti giovani talenti sono nati e invecchiati e si sono spenti nelle loro speranze senza che uno straccio di nessuno accendesse su di loro una luce? Si accorgesse di loro?Io ne ho sofferto,ho sbandato, poi mi sono tirata fuori.Mi  sono imposta una strada personale sulla quale ancora continuo a viaggiare. Cercando di cambiare il mondo.Questo libro spiega in parte il mio modo,la mia ribellione , le mie scelte.In queste pagine c’è tutto quello che ha dato a me la  “forza” di cambiare.

O forse di non perdermi.

Spazio riservato alle riflessioni sul libro su Facebook o su Anobii

31 commenti per “La Forza del Cuore -Mondadori- 23 febbraio in libreria”

  1. Simona dice:

    Gentile signora Guerritore, quando L’ho vista interpretare V. Lario ad Annozero sono rimasta incantata dal Suo viso non ritoccato. Le facce di plastica nello show business sono la norma assoluta e di un deprimente assoluto, ed io non le sopporto. Purtroppo di questi tempi le facce non ritoccate sono un’autentica rarità…….. più rare di un panda albino! E’ un tristissimo segno dei tempi! Spero per Lei che continuerà a rifiutare la disgustosa omologazione della chirurgia plastica, del botox, dei filler, blah blah blah e chi più ne ha più ne metta. Per un attore poi, mi sembra davvero demenziale intervenire con i suddetti mezzi correttivi, infatti gli attori che lo fanno risultano inespressivi e paralizzati.
    Concludo dicendo che mi dispiace che Lei abbia fatto pubblicare il nuovo libro da Mondadori, purtroppo non lo acquisterò perché, se appena possibile, evito accuratamente di compare prodotti editoriali facenti capo a berlusconi.
    Cordiali saluti
    Simona

  2. monica dice:

    La capisco.. eppure.. La Lupa, forse il film più bello che ho fatto l’ha distribuito Medusa.Questo libro me l’ha chiesto un editor che lavora per Mondadori e lo ringrazio..Ora è importante che la strada “traversa” che ho praticato e raccontato nel libro possa essere un alternativa
    per quelle persone che pensano che non ci sia, per noi donne, un alternativa possibile.
    Un abbraccio..
    Monica

  3. Lavinia dice:

    Cara Monica, aspettavo da giorni la notizia dell’uscita nelle librerie del tuo racconto, finalmente e’ arrivata e ne sono felicissima!
    Voglio essere sincera con te,ti ho “scoperta” attraverso il film su Sant’Agostino che e’ andato in onda poco tempo fa in Rai; sono rimasta letteralmente folgorata dalla tua interpretazione! Cosi’ mi sono messa a ricercare quante piu’ notizie possibili sulla tua carriera e i tuoi film…muoio dalla voglia di vederti in teatro e spero di averne presto l’occasione!Mi piace tanto l’espressivita’ del tuo viso e in particolare il tuo sguardo. Ma con quale magia riesci a comunicare anche solo con gli occhi??
    Con tutta la mia ammirazione, un abbraccio e…corro in libreria!

    p.s. non potevi farmi regalo piu’ gradito visto che il 24 febbraio sara’ il mio compleanno!
    Lavinia

  4. monica dice:

    Grazie Lavinia…!
    Spero che ti piaccia.. ma penso proprio di si… Io faccio ancora una sola replica di Dall’Inferno all’Infinito a Monsummano terme domenica 7 marzo poi vado in prova con danza di Morte… se guardi sul sito domani sto facendo mettere le date dove presento il libro e leggo delle pagine..Mi parli dello sguardo.. quello è tutto.E’ la mia intuizione di una “donna” che non conosco ma che percepisco nella forza, nella sofferenza e nella fede fortemente sentita.. il risultato è nello sguardo.Tu vedi quello che “io” vedo.Con gli occhi della mia immaginazione… è misterioso..e meraviglioso..
    Grazie ancora!
    Monica

  5. Monica dice:

    vi segnalo che abbiamo aperto anche la pagina fan su facebook per condividere i vostri commenti:
    http://www.facebook.com/pages/La-forza-del-cuore-Monica-Guerritore/370659171118?v=wall
    e anche su Anobii:
    http://www.anobii.com/books/La_forza_del_cuore/9788804596509/016741c07e3e47066b/

  6. Lavinia dice:

    Cara Monica, nello spazio di quattro giorni ho letto il tuo libro. Mi hai presa per mano e mi hai messa a conoscenza dei tuoi pensieri, della tua storia e soprattutto del tuo cuore: grazie!
    Lo ritengo un gesto di grande generosita’ l’aver messo a nudo la propria anima affinche’ qualcuno possa trarne delle riflessioni anche personali: grazie!
    Che grande forza traspare dalle tue parole, quanta energia!Credo che al di la’ delle tue vicissitudini ogni donna possa trovare delle similitudini nella tua storia, per questo molte dovrebbero nel tuo libro ritrovarsi un po’, scoprirsi…capire che esiste un’altra forza: quella del cuore , anche se tante ancora non l’hanno trovata, tu ne hai portato un esempio che trovo sia fiero e dignitoso.
    La tua e’ una scrittura piacevolissima, da una parte la tua storia personale che mi ha tenuta avvinghiata al libro, dall’altra i continui spunti di riflessione che davi e che mi costringevano a soffermarmi ad inseguire un pensiero, e poi un altro… e sospendere la lettura…come: “La vera interpretazione stupisce per l’assenza di maschera. Per una realta’, per una liberta’ che nella vita non si ha mai. E’ la fretta, e’ la superficialita’ naturale dei rapporti casuali, della vita di tutti i giorni, che ti impone un codice di comportamento, che ti impone una maschera”. Che bello perdersi nelle tue parole: grazie!
    Sono da tempo convinta che dove c’e’ della bellezza autentica, pura, che nasce dal cuore,ci sia una piccola scintilla scaturita da Dio: questo credo sia il tuo talento!
    Non ti conosco personalmente ma sento che sei una persona dolce e forte insieme…una bellissima persona.
    Ti abbraccio forte,
    Lavinia

    Nelle donne ogni cosa è cuore, anche la testa

    Jean Paul Richter

  7. Emanuela dice:

    Cara Monica, ho letto, divorato, centellinato gustato, annusato, ascoltato, toccato il tuo libro che ha investito tutti i cinque sensi, in una piovosa domenica felice in solitudine e in silenzio,mentre mille voci e mille presenze affollavano la mia casa, tutte le figure di donne che tu evocavi, di madri, nonne, figlie, sorelle, amiche….grazie, come ogni volta che mi accosto ad una tua opera ne rimango rapita e commossa. Non potrò mai dimenticare Emma, Carmen, Giovanna a teatro. Per Giovanna, al Quirino, ci fu un minuto di surreale silenzio prima dello scroscio degli applausi…piangevamo tutti!Grazie, ti abbraccio. Emanuela

  8. monica dice:

    Lavinia, Emanuela..che grande felicità per me.!Oggi ho aperto il sito e ho letto le vostre parole sulle mie parole.E finalmente e per la prima volta ho avuto la percezione che il mio intento, onesto , sincero di “raccontarci” attraverso il mio cammino che so e sapevo essere il “nostro” cammino , fosse stato compreso.E ho respirato a fondo. Non è facile spiegare che cos’è il libro.Ci sto provando, anche se andare in televisione o fare interviste parlando di me è complicato ..Mi è difficile spiegare che non è di me che ho voluto parlare ma di quelle esperienze, letture, dolori , solitudini e legami affettivi che hanno fatto di me quello che sono. Una “persona” dal niente che ero.
    Grazie davvero..
    Monica

  9. Filomena dice:

    Grande passione,gran ritmo narrativo, una storia coinvolgente, femminile ed intensa. Brava… UN caro saluto Fil

  10. Aseret dice:

    Grazie Monica
    per aver scritto questo libro. Ti seguo da quando a 16 anni eri stata fotografata sulla barca di Gianni Agnelli e solo ora ho capito perchè. Purtroppo a teatro e in TV non ho mai visto i tuoi lavori solo un film penso fosse Scandalosa Gilda. Nel tuo libro ho trovato la conferma della crudeltà di questi uomini (Giannini e Lavia) affascinanti e narcisisti ai quali però sembrava comodo appoggiarsi e mandarli avanti. Mi interessa seguire le tue letture “Donne che corrono coi lupi” e “La forza del carattere” di Hillmann. Mi piacerebbe ascoltare le colonne sonore dei tuoi spettacoli e senz’altro verrò a vederti in “Danza di morte” quando vieni a Milano

  11. Giulia dice:

    Salve Monica,
    io non ho ancora avuto il piacere di leggere il Suo libro, per mancanza di tempo , ma a breve sarò a casa perchè aspetto un bimbo e quindi mi concederò sicuramente qst piacevole lettura, ma nel frattempo vorrei chiedere se presenterà il Suo libro in Veneto, e più precisamente in librerie a Vicenza o Padova che per me sono luoghi più o meno vicini…
    grazie mille

    Giulia

  12. Francesca dice:

    Ho letto il suo libro, Monica, e volevo ringraziarla di averlo scritto.
    Vi ho ritrovato l’energia di una donna per le altre donne: il rapporto con la propria madre, la ricerca di una relazione autentica con un uomo che non ci faccia perdere il contatto con noi stesse, la confidenza da acquisire con il proprio corpo, un corpo che, al di là di ogni ideale di perfezione, ci appartiene e ci rende uniche; e ancora l ‘ “intenerirsi”, il “rendersi teneri ai colpi subiti”.
    Quanta verità, Monica, umanità… fra le pagine del suo libro e nel suo sguardo che dalla copertina attraversa i confini individuali e sfiora l’anima del lettore.
    Grazie di cuore
    Francesca

  13. ANNA BARALDI HOLST dice:

    Cara e dolce signora MONICA.
    Scrivo dal Brasile
    Il suo volto parla della storia del mondo, del tempo , dell´anima Universale, dove la Creazione della Divina Providenza ci sussurra all´orecchio la bellezza del tutto, quello che abbiamo intorno e dentro di noi.
    Lei sa trasmettere con il suo sguardo l´essenza della vita con la profonditá dell´Anima sua molto bella sublime e spirituale.
    Grazie di vero cuore continui ad incantare il suo pubblico che sará partecipe della GRANDE OPERA.
    L´UNIVERSO LA RINGRAZIA
    Con stima profonda
    @nn@ B@r@ldi Holst

  14. Laura dice:

    Ho letterlamente divorato questa biografia. spinta forse dalla curiosità di percorrere una vita alternativa, quella di un’attrice di teatro e cinema, impegnata e molto ammirata. una donna “con le palle”, insomma.
    e poi dentro ci trovi aneddoti di vita divertenti, momenti di commozione per i passaggi importanti della sua vita, e percorsi interiori che tutti possiamo fare insieme a lei, perchè sono emozioni che ci hanno toccato tutti, prima o poi.
    e fa riflettere. cosa che molti libri non fanno.
    brava Monica!

  15. silvia parigi dice:

    Gentilissima Monica ,vorrei semplicemente dirle che oggi ho avuto modo di godermi una sua intervista , con Maurizio Costanzo e ,mentre in un’ora di tempo mi arrabattavo per mangiare prima del lavoro, ho avuto la sensazione di essere richiamata da qualcosa di importante.
    Forse la sua vita , forse tutta lei stessa ,ma ho apprezzato ,condiviso e soprattutto ammirato ogni sua parola che viene da una donna vera , come noi ,con i problemi di tante noi ,comuni mortali.
    Felice che non faccia parte del mondo della cellulosa , del botulino , e felice di ammirare i suoi seni ancora bellissimi nonostante quello che le è accaduto..
    Corro in libreria perchè ho voglia di crescere insieme al suo libro..
    Infinitamente grazie,
    Silvia

  16. Francesco dice:

    Ciao Monica, come stai?
    Proprio ieri una mia cara amica mi ha portato dall’Italia il tuo libro. Io adesso vivo a New York e faccio al scuola di recitazione (prima vivevo a Londra, per tanti anni e danzavo). La mia amica andava in Italia e le dissi di prendermi il libro. Detto fatto!! Ho iniziato a leggerlo in metropolitana, al parco, per strada……Anche la mia amica, prima di consegnarmelo, ha “sbirciato” e, poco a poco, l’ha quasi finito!!! E’ bellissimo. Di grande ispirazione. L’amore per il teatro, l’arte e il rispetto per il proprio talento…L’integrita’. Grazie! Francesco

  17. Carmela dice:

    ho visto la sua intervista a bontà sua… sono riuscita ad entrare dentro il suo modo di essere…ho avuto la sensazione di essere richiamata da qualcosa di importante.
    grazie di esistere. comprerò presto il suo libro. Carmela

  18. Antonella dice:

    Ho letto il tuo libro, grazie Monica!
    Mi sono identificata in te, mi hai dato la forza per continuare la strada che ho intrapreso…questa e’ la “forza del cuore…”
    Un abbraccio
    Antonella

    Padova, 02/05/2010

  19. antonio dice:

    ciao monica,complimenti x tutto sei la numero uno al mondo,bellissima,bravissima,dolcissima sei il nostro orgoglio nazionale

  20. elena ostrica dice:

    Cara Monica,
    ho acquistato il suo libro a Positano su cui mi ha scritto una dedica,lo sto eggendo, poi esprimerò il mio pensiero. Leggendo i commenti dei suoi fans non posso che unirmi a loro condividendoli pienamente. Aggiungo il mio breve per dirLE che la Sua unicità è straordinaria, mi è rimasto negli occhi quel sorriso e quegli sguardi dolci che sponatneamente ha elargio a tutti noi che ci siamo a Lei avviciati. Felicità, Elena

  21. LUCA CASTAGNA dice:

    Ciao Monica. Non credo tu sia una donna “da niente”! Anzi, sei una grande artista. Di recente ho visto un tuo vecchio film, dove reciti accanto al tuo ex marito, Gabriele Lavia. Sto parlando del noir “Sensi”. L’ ho trovato bello, cosi’ come mi e’ piaciuta la tua interpretazione della donna-Killer. Questo film mi ha fatto sorgere delle domande: potrebbe aver rappresentato il connubio Amore-morte? La donna come Morte? Il rapporto amoroso come, per l’ appunto, miscuglio di Amore e morte, dove non si capisce bene chi è il vero assassino e chi la vera vittima? Cioè, a me è parso che questo film non fosse solo e semplicemente un noir. Un saluto. Mi piacerebbe che, essendo io di Verona, tu passassi per la mia città a presentare il tuo libro “La forza del cuore”. Un abbraccio…..

  22. elena ostrica dice:

    Carissima Monica,
    ho terminato la lettura del tuo libro “La forza del cuore”. Bellissimo! Sotto tutti gli aspetti.
    Tu – mamma – della tua – mamma – mi ha commossa fino a farmi rabbrividire.
    E’ stata Lei che con gli occhi interni aveva visto in te le innate qualità attitudinali, unitamente all’insita bellezza fisica e spirituale.
    Non faccio, in questo caso, critica letteraria, ci sono quelli addetti.
    Vorrei solo dirti che nel libro ho trovato molte pagine dense di angoscia e di dolore, ma altre fortemente intriganti. Avevo una grande curiosità di terminare la lettura per scoprire, come la forza del tuo cuore, ti avrebbe premiata e in che misura!
    Affrontare le tante difficoltà fin dalla giovane età e vivere anche giorni densi di entusiasmo e di serenità ti hanno corroborata nello spirito e nell’arte, rendendoti a noi spettatori e lettori più viva e reale nel quotidiano e in teatro.
    La “carica”d’altronde dà la vita o la toglie. A te l’ha data.
    Chi, leggendo il tuo libro, non vi scorge qualcosa di se?
    Specialmente noi donne: siamo nate sotto una stella che si spegne e s’illumina continuamente e che tra luci ed ombre ci indica, poi, la strada da percorrere per ritrovare almeno un po’ di noi.
    In un sociale che vede la donna ancora schiava e vittima dell’uomo, tu rappresenti il faro e la speranza di riscatto dell’universo femminile.
    Grazie,ciao
    Elena Ostrica

    Auguri e felicitazioni per il lieto evento

  23. Fabio Pollio dice:

    Cara Monica,

    sei sempre bellissima…e sei sempre bravissima sia come attrice che come scrittrice! Molti tuoi film sono dei capolavori del cinema italiano…sei una delle poche attrici che sa recitare Monica!
    Un abbraccio
    Fabio

  24. riccardo dice:

    Cara Monica,
    non ho ancora letto il suo libro ma lo farò senz’altro perchè lei mi è sempre sembrata una persona autentica, un’artista vera e non solo una bella donna.
    Sono quindi interessato a capire il suo mondo interiore e penso che “l’universo-libro” sia da questo punto di vista il più indicato. Il libro, infatti, dispiega per così dire delle ali logiche ed anche (come nel suo caso) autocritiche.
    Leggerò il libro (in biblioteca) ma non lo comprerò anche se il discorso di pubblicare con Mondadori è spinoso perfino per chi decida di non fare quella scelta; Michelangelo, infatti, aveva come committenti dei papi che non erano certo il massimo sul piano morale ed intellettuale.
    Ma Michelangelo è ancora vivo, quei papi sono stati travolti dal giudizio della Storia…
    Penso che si possa dire altrettanto per il proprietario della Mondadori.
    Del resto, un vero artista avrà sempre il problema di opere che crea con grande passione… e che deve affidare e far vendere da persone che certo non bruciano della sua stessa passione e che magari disapprovano il suo mondo ed i suoi ideali.
    Beh, ho cercato di scriverLe senza sembrare un fan esaltato, ma forse sono incorso nel pericolo opposto: quello di sembrare un gufo impagliato!
    La chiudo qui, allora.
    Con grande rispetto e simpatia, i miei rispetti
    Riccardo

  25. Antonio dice:

    E’ con grande emozione che mi rivolgo a Lei,quasi stupito che possa trovare il tempo di rispondere,
    …Sin dalla prima volta che mi è capitato di vederla al cinema, ragazza, ho provato una strana sensazione, come se l’avessi sempre conosciuta, in tutti questi anni ho seguito le Sue interpretazioni che sono arricchite dalla Sua umanità e da rare doti di comunicazione. Le sembrerà strano, ma l’interpretazione di Santa Monica nel lavoro televisivo,mi ha toccato in modo particolare perchè quando leggo sono solito immaginare i personaggi e …Santa Monica quando leggevo le pagine delle Confessioni, aveva il Suo volto… Dire che la ammiro è poca cosa,sicuramente una piccola parte di Lei, risiede nel mio cuore! Ora che ho potuto comunicare questi modesti pensieri sono contento; sappia che anche se non ci incontreremo mai nutrirò per Lei sentimenti di amore e di gratitudine… Purtroppo a questo La espone la notorietà!( Il purtroppo è per mitigare la mia sfaciattaggine)
    La saluto con stima e affetto.
    Antonio

  26. Viviana dice:

    Pessima figura la Licia Colò ieri sera (22 luglio) durante la trasmissione Alle falde del Kilimangiaro. Ha cercato per tutta la durata della sua intervista di metterla in cattiva luce. Le domande erano gravide di morbosità. Ha tentato di farLa passare per una ignorante (poveretto chi non viaggia…), per una che deve il proprio successo solo alle amicizie altolocate. Pessimo esempio di giornalismo. Ma la Licia Colò da chi sarà raccomandata? Se mi posso permettere un suggerimento, dato che sono una sua grande ammiratrice, la prossima volta, faccia una scrematura non solo delle trasmissioni a cui partecipa, ma anche dei conduttori o delle conduttrici. Le scelga meno invidiose e arroganti….

  27. adele dice:

    ancora una volta vederla e ascoltarla in teatro è stata una emozione unica e indescrivibile. Da madame bovary a senso non ho più perso una sua esibizione. Sarebbe bello se riportasse in scena Giocasta, Lady Macbeth o Ofelia per tutti i suoi ammiratori che purtroppo li hanno persi… Grazie per essere tornata a Bari, grazie per la sua semplicità, per la sua gentilezza, per i suoi sorrisi ogni volta che qualcuno le si avvicina. Con affetto e infinita ammirazione

  28. Cesidio Mostacci dice:

    Cara Monica, non frequento facebook anche se sono registrato con il solo intento di cercare i miei amici di gioventù. E’ la prima volta che lascio un commento su un personaggio del cinema, teatro o TV ma lo faccio volentieri per te perchè ricordo la tua bellezza da giovanissima quando frequentavi un figlio del Presidente Leone. Poi sei stata la compagna di Gabriele Lavia e negli anni di lavoro (sono del 46 e ora sono pensionato)ti ho perso di vista. Negli ultimi tempi ti ho rivista in Sant’Agostino nella parte di madre e devo dire che sono rimasto incantato da quell’ex ragazza; la settimana scorsa ti ho rivista in Trilussa, che ho registrato e mi riguardo quasi ogni sera e devo dire che la tua interpretazione, il tuo sguardo, il tuo finto disinteressamento per Trilussa mi hanno affascinato.
    La tua figura, il tuo viso, mi hanno ricordato Regina Bianchi in Napoli Milionaria e sono certo che saresti la migliore interprete in una riedizione magari al fianco di Massimo Ranieri. Sono contento di invecchiare con i miei idoli di gioventù e ti ripeto mille volte :BRAVISSIMA, ECCEZIONALE, FANTASTICA. Scusami se ti ho dato del tu e ti auguro di recitare per sempre, ciao

  29. Cesidio Mostacci dice:

    Correggo il mio indirizzo di posta, mi scuso

  30. giorgio g. dice:

    guardi ,quasi casualmente ho visto il suo film ,diciamo forse non il suo preferito,ovvero scandalosa gilda;
    guardi lo visto con attenzione ,a volte mi coinvolgeva moltissimo, altre parti meno, ma guardi,mi permetto di chiamarla Monica, l’immagine fissa sulla fine del film non voglio dimenticarla ,diciamo cosi,non voglio dimenticarla.
    forse la sintesi di tutto il film,ed in quella immagine fissa anche mi sono riconosciuto in qualche momento della mia vita .
    io è la prima volta che le scrivo ,mi farebbe piacere una risposta se crede.
    di lei si sa tutto diciamo,per quanto mi rigurda posso dirle che vivo in una provincia in veneto,treviso,esattamente vittorio veneto, faccio il geologo di professione ,e forse la mia vita cambiera questo autunno che mi trasferisco a trieste ,una citta inquietante e misteriosa un po come lo è lei diciamo.
    mi farebbe piacere vederla una volta a teatro, a treviso, o a vittorio veneto o a trieste.
    se no mi riguardo il film e va bene anche.
    la saluto cordialmente giorgio vittorio veneto

  31. roberto dice:

    Ieri sera ho visto “Fotografando Patrizia”; la settimana scorsa “Scandalosa Gilda”. Film belli, fatti bene, non volgari. Gran bellezza, dico a lei Monica, da far sognare (e far star male)noi maschietti. Non sapendo di questo sito, volevo scriverle una lettera, per chiederle se era ancora così bella come in quei film; poi scopro che esiste un sito e vedo le immagini di oggi: è sempre bella! penso che quando si è belli dentro, sia più facile mantenersi giovani anche di fuori.

Lascia un tuo commento!